mercoledì 9 settembre 2015

Cambiamenti

Ciao Amici,
da tanto tempo non scrivo e come voi saprete ora sono pure un Papà!
Come il Biondo sa.. già dal 2013 il mio viaggio con le Arti Marziali si è concluso con tutti i suoi bei e brutti ricordi.
Forse non ho ancora trovato una casa che sia il mio tempio, o un Maestro che mi rubi il cuore..
Nel frattempo, dopo il kung fu vietnamita, il karate, il jujistu e del buon TaiChi (anche se poco) con il Biondo mio fratello mi sto dando al KravMaga.
Non avevo stima di questo metodo e ho trovato veramente tanti ciarlatani ma la vita mi ha concesso un insegnante che è diventato Amico e che..finalmente vede le cose come me ovvero cosa funziona e cosa no e perché.
E' bello sentirsi dire, questa cosa è da programma ma lasciatela stare lavoriamo le altre tecniche che questa non conviene.
Sono in una piccola baia di sincerità, ho avuto il mio riscatto perché per meriti mi è stato chiesto e concesso l'onore di partecipare al corso allenatori anche se non ho l'esperienza tecnica e tutti si sono mossi per darmi una mano a colmare le mie lacune e mancanze.
Putroppo o per fortuna, per il momento non posso partecipare a questo corso ma è stata una bella conferma delle mie capacità che in un certo senso lasciando il mio vecchio Maestro  e confrontandomi con il mondo sentivo non essere autentiche.
Vi Abbraccio tutti e se per caso siete su fb.. beh il mio nome lo conoscete... non più Suppaman ma il vero Andrea.
BAci.

martedì 1 settembre 2015

Nuovo inizio


Il primo giorno di settembre inizia l'autunno meteorologico e non è un caso che questa data coincida con un nuovo inizio in molti aspetti delle nostre esistenze. Psicologicamente, le vacanze sono ormai un ricordo per la maggior parte di noi e già siamo ritornati al lavoro o ci stiamo preparando per tornare sui banchi di scuola; in autunno il sole lascia sempre più spesso spazio alle nuvole, le temperature si abbassano, le ore di luce diventano sempre meno... e tante persone si ritrovano ad avere l'umore "ballerino", quando non addirittura depresso. 
Ma contrastare la depressione stagionale si può, innanzi tutto pensando all'autunno proprio come ad un nuovo inizio: un tempo in cui gettare le basi per nuovi progetti, lavorare per ottenere i risultati che desideriamo, ma anche per "rinascere" come persone un pochino nuove e migliori, più capaci di concentrarci su noi stesse, ad esempio, e di dedicare un po' di tempo alle nostre esigenze.
Prendiamoci del tempo per meditare (non necessariamente con pratiche ascetiche; basta centrarsi su se stessi, chiudere gli occhi, controllare la respirazione e "staccare" da tutti i problemi del mondo per qualche istante); coccoliamo un po' il nostro corpo con esercizi di ginnastica dolce e yoga (non ci sono scuse, esiste anche lo yoga per pigri, da fare a letto!); impariamo a trasformare le uggiose giornate autunnali in momenti piacevoli, regalandoci il "lusso" di una tisana pomeridiana invece della solita pausa caffè.
Magari prendiamo esempio da ghiri e scoiattoli, che mangiano molta frutta secca (e sembrano sempre allegri): questi alimenti, infatti, sono molto ricchi di magnesio, un macroelemento che secondo il dirigente medico Alessandro Zanasi favorirebbe la regolazione dell'umore e la riduzione dello stress; il loro consumo inoltre è raccomandato anche dalla medicina tradizionale cinese
Soprattutto, però, ricordiamo di avere un approccio mentale positivo ed abituiamoci a considerare l'autunno come un nuovo inizio ricco di possibilità e non come la deprimente fine dell'estate.